Filippo Bianchi #7, portacolori del Team REVO-Nuova M2, tenta il tutto per tutto a Imola nonostante le disastrose condizioni fisiche sorprendendo Team e avversari vincendo l’ultima gara stagionale

Ad una settimana di distanza dall’ultimo appuntamento stagionale Filippo, durante un allenamento in moto, si procura una frattura al piede destro che sulla carta avrebbe compromesso qualsiasi tipo di risultato. Il portacolori della REVO Racing- Nuova M2 racing, dolorante a causa delle disastrose condizioni fisiche, si presenta in circuito e grazie ai ragazzi del Team e ai medici dell’autodromo di Imola riesce a compiere l’ardua impresa. Nel venerdì di libere sembrava il preludio ad un weekend disastroso. Durante il primo turno scivola alla Piratella ed è costretto a rientrare ai box. Nel pomeriggio invece riesce a compiere soltanto 7 giri concludendo la sessione a 3,470 secondi di distacco dal primo tempo. Nel sabato mattina di qualifiche, si presenta in pit lane e con tenacia e caparbietà conclude la qualifica 1 con il 5° miglior tempo di sessione. Filippo non prende parte alla Q2 e conserva intelligentemente le energie evitando di prendersi inutili rischi per cercare di migliorare il suo best lap. Al termine delle qualifiche combinate il tempo di 1’59.157 fatto registrare in Q1 gli vale la sesta casella in griglia di partenza. Finalmente è domenica mattina, tutto è pronto per disputare l’ultima gara della stagione, quella gara che attribuirà il titolo di campione italiano del Trofeo Aprilia 660 RS. Bianchi, distaccato di 25 punti dal suo rivale Colombi, per vincere il titolo dovrebbe arrivare primo e sperare che il suo avversario non andasse a punti. Bianchi si presenta in griglia con determinazione, consapevole del fatto che deve dare il massimo per tentare di vincere il Trofeo. Si spengono i semafori rossi. Eccellente partenza di Filippo che sfila subito in quarta posizione. Numerosi i sorpassi e i contro sorpassi con Colombi e la wild card Moor fino a che non riesce a guadagnare quel gap che gli permette di fare l’ultimo giro in testa alla corsa andando a vincere incredibilmente la gara. Pioggia di applausi e inevitabile commozione da parte di tutto il Team. Commuoventi i festeggiamenti dopo questa strepitosa vittoria. Riassunto della stagione, il pilota del Team REVO Racing-Nuova M2 Racing ottiene 2 pole position, 3 primi posti, 2 secondi posti e 1 terzo posto. Conclude la stagione in seconda posizione nel Trofeo Aprilia 660 a -20 punti da Colombi leader del trofeo. Lorenzo Sommariva #2, l’altro porta colori del Team REVO Racing-Nuova M2, in difficoltà fin dal venerdì di prove libere riesce ad abbassare i tempi nelle qualifiche portando a casa il settimo tempo. In gara dopo una buon partenza gli sono caduti davanti due avversari facendogli perdere attimi che si sono tramutati in un gap incolmabile dal gruppetto di testa. Lorenzo ha girato tenendo un ottimo passo ma erano praticamente gli stessi tempi del gruppetto di testa quindi senza mai raggiungerli. Ha girato in solitaria praticamente tutta la gara ad un secondo dalla testa del gruppo chiudendo in quarta posizione. Per come si era messo il weekend alla fine per Lorenzo era il miglior risultato possibile. Conclude il Trofeo Aprilia 660 in terza posizione dietro al suo compagno di squadra. Grazie alle vittorie e ai podi di entrambi i piloti il Team REVO Racing-Nuova M2 si aggiudica il Trofeo Aprilia RS660 per il miglior Team della stagione 23’.